Home CalcioEccellenza Vertice immutato: continua la lotta tra Carbonia, Castiadas e Ossese

Vertice immutato: continua la lotta tra Carbonia, Castiadas e Ossese

by Redazione

Non è mutato nulla al vertice della classifica del campionato di Eccellenza regionale dopo la quarta giornata di ritorno,  hanno vinto infatti  tutte e tre le squadre posizionate ai primi tre posti, ovvero Carbonia, Castiadas e Ossese.  Tornano al successo Nuorese e Ferrini, mentre non smette di vincere l’Atletico Uri che ha travolto anche il Porto Rotondo. La capolista espugna il campo della San Marco (2-0) e lo fa giocando con attenzione e concentrazione per tutta la gara, rischiando davvero il minimo indispensabile. Una prova quella dei minerari che dimostra ancora una volta quanto sarà oltremodo difficile per tutti gli avversari cercare di scalzarli dal primo posto. Il Castiadas vince a Bosa, ma il punteggio finale di 3-0 non dice la verità, perché i padroni di casa hanno tenuto bene testa per gran parte dell’incontro ai sarrabesi, fallendo anche un rigore sullo 0-0. Poi la squadra di Cotroneo ha trovato le chiavi per andare a rete e si è portata a casa l’intera posta. Non sorprendono più invece i successi dell’Ossese: anche ieri a Guspini i bianconeri hanno fatto vedere il loro valore contro una formazione che soprattutto in casa era molto pericolosa e veniva inoltre da una serie di risultati importanti nell’ultimo periodo (aveva vinto le ultime due partite consecutive).

Insomma più passano le giornate e più ci si convince che l’undici allenato da Giuseppe Cantara possa davvero essere il terzo incomodo tra Carbonia e Castiadas nella lotta per la promozione diretta in serie D. La Nuorese ritrova il successo dopo aver perso e male le ultime tre partite, i barbaricini battono di misura l’Arbus in casa, ma non convincono completamente e devono lottare sino alla fine per avere la meglio su un avversario coriaceo e combattivo. L’Atletico Uri prosegue nella sua travolgente striscia vincente giunta a quota sette successi di fila ( e la bellezza di 28 reti complessive realizzate!!). La squadra di Massimiliano Paba spazza via il Porto Rotondo con un pesante 5-1 al termine di 90 minuti senza storia, e che hanno visto il predominio pressoché assoluto dei giallorossi. Non è azzardato pensare che gli uresi possano ancora scalare posizioni in classifica, e dare molto fastidio anche alle corazzate Carbonia e Castiadas. Vince la Ferrini interrompendo un digiuno che durava dal 17 novembre scorso quando sconfisse in casa il Li Punti. I cagliaritani battono di misura, 1-0,  il Ghilarza e conservano ancora buone chance di lottare quantomeno per i playoff sino alla fine del torneo. Continua a salire il Li Punti che con lo stesso punteggio  batte il La Palma Monte Urpinu e rende più solida la sua posizione in classifica, decisamente lontana dalla zona pericolosa. Male invece l’undici di Graziano Mannu, incappato nella seconda sconfitta di fila e ancorato all’ultimo posto. Si dividono la posta in palio Taloro Gavoi e Monastir Kosmoto, le due squadre preferiscono non farsi troppo male e si accontentano di un punto ciascuno, anche se a recriminare di più sono i gavoesi che con una vittoria  avrebbero avvicinato la salvezza diretta e che invece continuano a stazionare in terz’ultima posizione con 16 punti.

STEFANO SERRA 

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More