Home Basket Una super partenza che illude: Dinamo ancora battuta dal San Pablo Burgos. Sassaresi ko 95-80 e fuori dalla Champions League

Una super partenza che illude: Dinamo ancora battuta dal San Pablo Burgos. Sassaresi ko 95-80 e fuori dalla Champions League

by Redazione

La squadra di Pozzecco già battuta in casa 84-81 una settimana fa parte forte poi si sgretola col passare dei minuti pagando troppo la tensione della vigilia

SAN PABLO BURGOS: Clark 22, Fitipaldo 3, Benite 15, Barrera, Vega,  Salvo , McFadden 12, Rivero17 , Bassas 17, Lima 3, Apic 8. All.: Pennarroya

DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu 24, Bilan 10, Smith 6, Bucarelli 2, Devecchi, Sorokas 1, Evans 11, Magro, Pierre 5, Gentile 5, Coleby 11, Vitali 5. All.: Pozzecco

PARZIALI: 21-32; 45-43; 74-61

La Dinamo Banco di Sardegna non trova l’impresa sul parquet spagnolo del Pabellon Coliseum di Burgos e cede al San Pablo 95-80. Dopo un avvio di grande energia e un +16 scritto dopo i primi 7’ di gioco con un primo tempo sontuoso dall’arco, Spissu e compagni concedono la rimonta ai padroni di casa che chiudono avanti il primo tempo e dilagano nel secondo. Gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco salutano dunque la Basketball Champions League dopo il primo turno dei playoff, ai sassaresi non basta il season high europeo di Marco Spissu (24 punti, 5/7 da tre, 5 as) e i 22 punti in due della coppia Coleby-Evans.  Come già scritto avvio sprint dei sassaresi, che piazzano un break di 7 lunghezze: apre i giochi Spissu seguito dalla bomba di Evans ed è Bilan ad allungare il gap. I padroni di casa si iscrivono a referto con Clark dopo oltre 2’ di gioco, ma il Banco aggredisce la partita e trova subito grande fiducia dall’arco. I sassaresi scrivono un sontuoso 7/7 dall’arco e firmano il +16. Ma Burgos rientra in partite e trova fiducia con Rivero, McFadden e Benite, il primo quarto si chiude 21-32. In avvio della seconda frazione gli spagnoli si prendono l’inerzia siglando un parziale da 12-2 che costringe coach Pozzecco a chiamare minuto. I ragazzi di Pennaroya mettono la testa avanti ma ci pensa Spissu, autore di un primo tempo da 17 punti con 6/7 al tiro e 4/4 da tre, a sbloccare i suoi. McFadden dall’arco scrive il 41 pari,

Bilan tiene i biancoverdi a contatto, alla seconda sirena Burgos avanti di misura 45-43. Il secondo tempo si apre con un 6-0 del San Pablo, Bilan ferma il break avversario dalla media ma il Banco fatica a trovare il canestro. Botta e risposta dall’arco tra Bassas e Gentile, Rivero firma il +10 dei padroni di casa. Coleby si iscrive a referto con due schiacciate che sembrano suonare la carica agli isolani, Benite però è implacabile. Gentile viene espulso dal match, Benite ringrazia e infila 6 punti che dicono +15 Burgos. Bucarelli e Spissu accorciano dalla lunetta, Coleby riporta i suoi a -10. La tripla di Fitipaldo chiude la terza frazione 74-61. Coleby e Pierre accorciano a cronometro fermo ma Burgos resta in controllo. Spissu prova a suonare la carica a i suoi seguito da Smith ma quando mancano 5’ gli spagnoli conducono 84-71. La Dinamo non riesce a invertire l’inerzia e trovare la reazione per riportarsi a contatto: la corsa del Banco in Basketball Champions League al Pabillon Coliseum di Burgos. Gli spagnoli conquistano il Game 2 95-80 e staccano il biglietto per i quarti di finale, mentre Sassari lascia la competizione.

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More