Home Rugby Una Amatori Capoterra mai doma batte Varese 19-12

Una Amatori Capoterra mai doma batte Varese 19-12

by Redazione

Determinazione, voglia di vincere e tanto, tanto cuore. Questo è quello che ha messo in campo la squadra campidanese alla seconda vittoria stagionale

.Determinazione, voglia di vincere e tanto, tanto cuore. Questo è quello che ha messo in campo nel pomeriggio l’Amatori Rugby Capoterra che, al comunale di via Trento ha battuto (19-12) il Rugby Varese ottenendo la seconda vittoria stagionale. Una gara combattuta e incerta fino in fondo, risolta a pochi minuti dal termine dalla meta liberatoria di Farias che ha fatto esplodere di gioia tutti i presenti al comunale. Dirigenti, ma soprattutto tifosi che già ipotizzavano il pareggio tra le due squadre in campo. Ma così non è stato. Del resto che la squadra puntasse al successo contro una diretta concorrente lo aveva annunciato, nel presentare la sfida, lo stessa presidente dell’Amatori Carmine Casu e, in effetti, il campo ha dato piena ragione al massimo dirigente del Capoterra. I ragazzi hanno giocato con la voglia di vincere fin dalle prime battute, anche se gli avversari hanno fatto di tutto per rovinare i piani a capitan Marcello Garau e compagni, agguantando il pareggio e cercando addirittura il colpo del cappaò che, fortunatamente non è arrivato.

L’inizio della sfida non è certo dei migliori per il gruppo allenato da Alejandro Eschoyez che dopo pochi minuti di gioco lascia qualche spiraglio in difesa. Leggerezza che favorisce l’avanzata della compagine lombarda brava a eludere la vigilanza della retroguardia isolana per trovare meta e trasformazione (0-7). Il tempo per riordinare le idee e arriva subito la reazione dell’Amatori che sfrutta la velocità e la forza fisica di Malick Thioye per piazzare l’ovale dietro i pali. La trasformazione è un gioco da ragazzi per Carlo Stara. Le due squadre, considerata la posta in palio, si controllano e si rispettano evitando di commettere passi falsi che potrebbero essere decisivi. Dopo 40’ di gioco le due squadre vanno alla sosta in perfetta parità sul 7-7. Al rientro in campo la compagine di casa, sembra avere uno spirito più battagliero rispetto ai primi 40’. Al 50’ dopo qualche scaramuccia in avanti l’ovale finisce nelle mani di ZurabiTevdoradze che punta decisamente il fondo del campo per firmare la seconda meta della giornata da parte della sua squadra. Stavolta la trasformazione non arriva. Peccato, perché Varese dimostra di essere squadra viva e battagliera tanto da riuscire a sfruttare nel migliore dei modi un calo mentale da parte del XV di casa per riuscire ancora a una volta a trovare la meta e il pareggio (12-12). Anche in questo caso la trasformazione non arriva e, forse, è una fortuna. Capoterra non si vuole arrendere. I ragazzi hanno lavorato con grande intensità nelle scorse settimane e vogliono assolutamente la vittoria. Le due squadre lottano tantissimo e nel finale ci pensa Manuel Farias e firmare la meta (con la complicità di Carlo Stara) che regala la meritata vittoria all’Amatori. Punti d’oro, punti importanti ai fini della salvezza.

IL TABELLINO
AMATORI RUGBY CAPOTERRA:  Uccheddu, Ganga, Geraci, Tevdoradze, Lupi, Greco, M. Eschoyez, Thioye, Ambus, Farias, Smeraldo, M. Garau, Celembrini, Murgia, Stara. Allenatore: A. Eschoyez. A disp. Carrone, N, Garau, Peddio, Farris, T. Eschoyez, Angioni, Mascia.

RUGBY VARESE: Bosoni, Patruno, Maletti, Lacchè, Contardi, Djoukouehi, Borello, Margherini, Tamborini, Pandozv, Zuinisi, Valcarenghi, Malnati, Bianchi, Camolli. Allenatore: S. Pella. A disposizione: Dal Sasso,Gulisano, Ciavarella, Bobbato, Fulginiti, Sacchetti, Affri.

ARBITRO: Markus Dosti di Roma.

 

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More