Home Calcio Squadre sarde a secco di vittorie nella settima giornata di ritorno

Squadre sarde a secco di vittorie nella settima giornata di ritorno

by Redazione

Quatto pareggi e due sconfitte il bilancio amaro. Pesante il ko del Budoni caduto 6-1 in casa della capolista Tuttis. Rallenta ancora la Torres

Quattro pareggi e due sconfitte : è questo il bilancio tutt’altro che esaltante, per le nostre squadre impegnate nella settima giornata di ritorno del campionato di serie D girone G. La Torres si fa imporre il pari interno dal non irresistibile Portici, i rossoblù, tra l’altro passati in svantaggio, sono riusciti poi a recuperare nel secondo tempo, hanno cercato diverse volte la via per vincere ma non ci sono riusciti. Per i sassaresi la promozione diretta è sempre più lontana, dal momento che la Turris ha undici lunghezze di vantaggio, impensabile che i campani possano dilapidare un simile divario quando alla fine del torneo mancano dieci turni. L’altra squadra della città turritana, il Latte Dolce, ha portato via un buon punto dal sempre insidioso campo dell’Aprilia (0-0 il risultato finale). Una gara che ha visto la squadra di Udassi tirare fuori carattere e determinazione, doti venute a mancare sette giorni fa nella sconfitta casalinga contro il Trastevere. Un risultato e una prestazione che sicuramente induce a guardare alle prossime partite con un pizzico di fiducia in più, l’obiettivo playoff sembra essere alla portata dei gialloblù. Un ottimo Muravera blocca la marcia del lanciatissimo Latina, i sarrabesi giocano probabilmente la loro più bella gara lontano da casa e sfiorano addirittura il successo pieno. 2-2 il risultato finale al termine di 90’ ben interpretati dalla squadra di Francesco Loi, che nel secondo tempo si era trovata anche a condurre nel punteggio. Davvero da lodare insomma la prova di tutti i giocatori,  e certo se arrivassero altre prestazioni di questo tipo la salvezza diretta è sicuramente alla portata. Bene anche il Lanusei che dà continuità al successo casalingo di domenica scorsa contro l’Arzachena , uscendo indenne dal campo della Vis Artena. Gli ogliastrini hanno giocato una bella partita, difendendosi con ordine e cercando di tanto in tanto qualche puntata offensiva per sorprendere i padroni di casa. La squadra di Gardini ha anche lei i numeri e le possibilità di arrivare alla permanenza diretta con tranquillità, evitando i playout. Male invece l’Arzachena, che incappa in un’altra brutta prova, facendosi battere in casa dal Città di Anagni. Gli smeraldini sono stati battuti per 4-2 al termine di una partita che li ha visti sempre sotto nel punteggio, e mai dare l’impressione di poterla raddrizzare. Agli ospiti non è sembrato vero di avere il compito tanto facilitato,  e sono stati bravi ad approfittare della giornata pessima di tutti i giocatori galluresi.

La classifica è nuovamente peggiorata perché ora l’Arzachena è ripiombata in zona playout, ma se il livello delle prestazioni continua ad essere quello delle ultime due gare il rischio doversi giocare la salvezza negli spareggi diventerebbe concreto. Pesante sconfitta (ma era in preventivo vista la forza dell’avversario) per il Budoni, travolto a Torre del Greco dalla corazzata Turris, impostasi con un tennistico 6-1. Davvero poco da fare per la squadra di Cerbone contro una squadra ormai lanciatissima verso il ritorno in serie C e che ha fatto il bello e cattivo tempo per gran parte dell’incontro.  Per gli isolani, alla decima battuta d’arresto di fila, allontanatesi tutte le dirette rivali nella corsa alla salvezza diretta, l’unica possibilità di evitare la retrocessione diretta , è quella di fare la corsa sul Ladispoli, terz’ultimo a tre lunghezze (scendono direttamente in Eccellenza le ultime due). Da ora in poi però, magari a cominciare già da domenica prossima, sarà importantissimo cercare di tornare alla vittoria e  mettere insieme quanti più risultati positivi possibili, se si vuole centrare la possibilità su menzionata.

STEFANO SERRA 

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More