Home Pallamano Riparte l’A1 donne: Hac Nuoro di scena a Casalgrande

Riparte l’A1 donne: Hac Nuoro di scena a Casalgrande

by Redazione

Le barbaricine volano in Emilia per provare a conquistare la prima vittoria in stagione. Deiana: “L’assenza del ritmo gara potrebbe rappresentare un ostacolo”

Dopo una lunga pausa è tempo di riprendere a giocare, pur con tutte le cautele del caso. Riparte il cammino dell’Hac Nuoro nella Serie A1 di Pallamano. Domani (ore 16.30, arbitri Zancanella e  Testa) le barbaricine faranno visita a Casalgrande Padana, formazione che occupa la terz’ultima piazza in classifica con 9 punti. In accordo con le recenti disposizioni ministeriali l’incontro si disputerà a porte chiuse: “L’atmosfera sarà abbastanza surreale – commenta coach Deiana – anche perché giocheremo in una piazza di buonissima tradizione, dove solitamente il pubblico si fa sentire. Ovviamente siamo chiamati a rispettare scrupolosamente le indicazioni che arrivano dall’alto per tutelare la salute di tutti, sperando che non ci siano intoppi sul versante dei trasporti”.

L’ultimo impegno ufficiale è distante ormai quasi un mese per l’Hac: “Questo fattore mi preoccupa – prosegue il tecnico – diverse squadre della Penisola hanno avuto l’opportunità di disputare almeno qualche amichevole, mentre per noi è tutto più complicato. Abbiamo preparato la gara in ogni minimo dettaglio, come sempre, ma il ritmo partita si acquisisce giocando, e questo potrebbe penalizzarci un po’. A partire da sabato, peraltro, andremo incontro a una settimana intensissima, con ben 3 gare in programma, e i limiti di una rotazione cortissima potrebbero farsi sentire”.

L’obiettivo delle nuoresi è il solito: cancellare finalmente lo zero dalla casella delle vittorie stagionali: “Sarà la terza gara in cui potrò seguire le ragazze dalla panchina – spiega – e sono soddisfatto degli equilibri che stiamo raggiungendo. La crescita realizzativa è stata importante, e anche il lavoro difensivo ha dato degli ottimi frutti. La nostra difesa piatta riesce a proporre spesso delle uscite molto aggressive. Contro Casalgrande dovremo stare attenti ad arginare Tanic e Furlanetto, i loro principali terminali d’attacco. Speriamo, infine, di essere più fortunate rispetto alla gara d’andata (persa sul 30-35, ndr) per ciò che riguarda i portieri: allora la percentuale di parate fu davvero troppo bassa per pensare di poter vincere”.

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More