Home Basket Il Cus cede in casa alla Cestistica Spezzina (57-41)

Il Cus cede in casa alla Cestistica Spezzina (57-41)

by Massimo Musanti

Primo quarto da incubo, poi gradatamente la ripresa, ma non è bastato. Il Cus incassa, tra le mura amiche, la seconda sconfitta stagionale di fila, fermata dalla Cestistica Spezzina con il punteggio di 57-41.

Cus Cagliari: Puggioni, Caldaro 5, Niola 11, Prosperi 7, Ljubenovic 4, Striulli, Zucca, Sanna, Saias 11, Sorbellini, Petrova 2, Madeddu 1. Allenatore: Xaxa.

Crédit Agricole Cestistica Spezzina: Packovski 15, Templari 16, Hernandez 15, Linguaglossa, Giuseppone 2, Moretti, Tosi 4, Della Margherita, Sarni 5, Amadori. Allenatore: Corsolini.

Arbitri: Cassina e Berlangieri.

Parziali: 8-18; 9-11; 14-10; 10-18.

Tiri liberi: Cus 4 su 10; La Spezia 7 su 13

La chiave di lettura della sfida giocata a Sa Duchessa la si può trovare nei primi 10’ di gioco. La compagine ligure (composta da quattro giocatrici ex Virtus Cagliari) ha sfruttato nel migliore dei modi le difficoltà difensive della squadra di casa e soprattutto ha, con Templari, Hernandez e Packoski, piazzato un break pesante di 18-8 al 10’. Xaxa chiede alle sue ragazze maggiore attenzione soprattutto sotto le plance. La Spezia  però non si scompone. Si affida alla mano calda delle sue tiratrici per portarsi a +13. Le uniche cartucce che spara la compagine universitaria vengono esplose da Niola, ma le, da sola, non basta. Al riposo lungo la Cestistica Spezzina conduce per 29-17. Al rientro in campo il Cus cerca in tutti i modi di riaprire la sfida rosicchiando qualche punto 39-31 sempre per la squadra ospite. Negli ultimi 10’ il Cus, finisce le forze e non riesce ad impensierire Templari e compagne che si limitano solo a controllare per chiudere con le braccia al cielo.

Rachele Niola play Cus Cagliari foto: macs servizi fotografici sportivi

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More