Home Altri Sport HAC Nuoro: alla Polivalente vince Oderzo (22-26)

HAC Nuoro: alla Polivalente vince Oderzo (22-26)

by Redazione

Reazione tardiva per le ragazze di Deiana, che soffrono la partenza a handicap e devono cedere anche nel secondo turno di campionato

HAC Nuoro-Mechanic System Oderzo 22-26 (8-14 p.t.)

HAC: Basolu 6, Filindeu, M. Firinu, L. Firinu, Kalla 1, Madau 1, Notarianni 4, Podda, Radovic 6, Satta 4, Sitzia, Vinci. Allenatore: Deiana

Oderzo: Brunetti 3, Colloredo 4, Costa 3, Di Pietro 3, Dipalma, Duran 9, Felet, Meneghin, Oyesvold 2, Paraschiv, Pugliara 2, Traini. Allenatore: Cavallaro

Arbitri: Onnis e Pepe

Non c’è fortuna per l’HAC Nuoro nella seconda giornata della Serie A Beretta di Pallamano Femminile. Le ragazze del coach Roberto Deiana cedono il passo a Oderzo con il risultato finale di 22-26 e rimandano l’appuntamento con la vittoria.

LA GARA – Desiderosa di riscattare la prestazione di domenica scorsa a Bressanone, la squadra di casa parte con determinazione, ma un pizzico di imprecisione in attacco, unitamente alla difesa attenta e aggressiva di Oderzo, non consentono di realizzare facilmente. La squadra di Cavallaro allora ne approfitta e piazza subito un break di 4-0 che mette in difficoltà le nuoresi, costrette spesso all’inferiorità numerica dai 2 minuti comminati dagli arbitri Onnis e Pepe (8-14 per le venete a metà partita).

La reazione arriva nel secondo tempo, ed è guidata da Silvia Basolu. A 5 minuti dal termine, infatti, il capitano è autore di due reti in rapida successione che permettono all’HAC di risalire fino al 17-24. Notarianni segue a ruota, e le barbaricine fanno capolino sul -4 (20-24) mettendo in discussione la supremazia delle avversarie. Nel finale, però, Oderzo mantiene i nervi saldi e non consente all’HAC di avvicinarsi ulteriormente. Alla fine il punteggio sul tabellone della Polivalente recita 22-26 in favore delle ospiti, vittoriose con 4 reti di scarto esattamente come accadde lo scorso febbraio nell’ultimo match prima del lockdown.

“Credo che gli arbitri siano incappati in una giornata storta – dice il tecnico Roberto Deiana – purtroppo il metro adottato è stato abbastanza iniquo per tutta la gara. Ad ogni modo, l’approccio da parte della squadra non è stato certamente positivo – aggiunge – le gambe delle mie giocatrici erano come bloccate. Nel secondo tempo c’è stata una buona reazione, e mi piace sottolineare come 16 reti su 22 siano arrivate da ragazze nuoresi. Questo, in una società come la nostra, deve essere motivo di orgoglio. Andiamo avanti, lavoriamo a testa bassa e ci riserviamo di agire presto sul mercato”.

Fonte: ufficio stampa HAC Nuoro Handball

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More