Home Calcio Grande impresa del Latte Dolce, che impone lo stop alla corazzata Turris

Grande impresa del Latte Dolce, che impone lo stop alla corazzata Turris

by Redazione

l’impresa dei ragazzi di Udassi fa aumentare  la rabbia per le numerose partite buttate via nell’arco della stagione: nove sconfitte sono sicuramente troppe

La copertina della nona giornata di ritorno del girone G del campionato di serie D girone G va sicuramente al Latte Dolce. La squadra sassarese compie un vero e proprio capolavoro, andando a vincere addirittura sul campo della corazzata Turris, che finora non aveva perso neanche una partita e che aveva macinato o quasi tutti gli avversari finora incontrati. Il tecnico Udassi alla vigilia aveva dichiarato che la sua squadra sarebbe andata lì a giocarsi sino in fondo le sue carte, senza alcuna paura, beh stando a quanto fatto vedere dai suoi giocatori (tra l’altro la gara è stata trasmessa in diretta da Sport Italia)  ha avuto pienamente ragione. I sassaresi non hanno sbagliato praticamente nulla, sono passati per primi in vantaggio, si sono difesi con ordine senza lasciarsi trascinare dall’agonismo e dal nervosismo messo in atto dai padroni di casa,  poi hanno saputo sfruttare in pieno la superiorità numerica e nei primi minuti del secondo tempo hanno trovato anche il raddoppio. I bianco celesti potevano segnare almeno altre tre reti (due pali , tre  traverse e una clamorosa occasione fallita da Nuvoli a porta vuota), poi sono stati bravi a resistere al disperato ritorno della Turris che era riuscita ad accorciare  le distanze e ha avuto anche l’occasione per riportare in parità le sorti della gara, ma il portiere sassarese Garau è stato bravo a neutralizzare il calcio di rigore di Alma. Un’impresa che fa aumentare  la rabbia, in considerazione delle numerose partite buttate via nell’arco di questa stagione(nove sconfitte sono sicuramente troppe) e che avrebbero consentito agli isolani di restare in lizza sino alla fine addirittura per la promozione diretta in serie C.

E’ andata bene anche all’altra rappresentante del calcio sassarese, la Torres, tornata al successo a spese del Latina. L’undici di Mariotti ha dovuto faticare e non poco per avere la meglio sui pontini, e quando l’ennesimo pareggio sembrava scritto ci ha pensato proprio al 90’ l’albanese Gujici a trovare il guizzo decisivo. Il terzo posto sembra essere più che alla portata dei rossoblù, viceversa le prime due posizioni sembrano decisamente lontane (distanti rispettivamente sei e dieci punti). Compie un passo importantissimo forse determinante per la salvezza diretta il Muravera. La squadra di Francesco Loi torna a casa con l’intera posta dalla trasferta di Arzachena(2-1 il risultato), al termine di una gara dove i sarrabesi hanno saputo tenere bene il campo al cospetto di una squadra che doveva assolutamente vincere per uscire dalla zona playout. Anche qui è stato decisivo lo spunto vincente del francese Legal in chiusura di match, al 90’, per gli smeraldini già ridotti in dieci per l’espulsione di Peana nel secondo tempo , è stata una pesante mazzata che rende ancora più difficoltosa la strada per uscire dalle zone basse della classifica. Punto importante strappato dal Lanusei ad Aprilia, in uno scontro diretto molto importante in chiave salvezza, e che consente alla squadra di Gardini di continuare nel migliore dei modi il cammino verso la permanenza diretta. Andati in svantaggio, gli ogliastrini non si sono demoralizzati, hanno reagito bene e sono riusciti a trovare il pareggio con una zampata di Papini. Prosegue il calvario del Budoni che incassa l’undicesima sconfitta nelle ultime dodici partite. A portare a casa l’intera posta questa volta è stata l’Ostiamare, seconda forza del torneo ( e forse questo attenua un po’ la delusione per l’ennesimo passo falso), impostasi per 2-0.  I galluresi sono sempre da soli all’ultimo posto e dovranno  compiere un vero e proprio miracolo nelle prossime otto partite che ancora restano da giocare, per evitare il rischio della retrocessione diretta in Eccellenza.

STEFANO SERRA 

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More