Home Altri Sport FIN Sardegna: intensificata l’attività formativa con l’apporto di Corrado Sorrentino

FIN Sardegna: intensificata l’attività formativa con l’apporto di Corrado Sorrentino

by Redazione

La gestione del Comitato targata Danilo Russu ha indubbiamente dato un poderoso sussulto a tutti i settori in esso incorporati

La gestione del Comitato FIN Sardegna targata Danilo Russu ha indubbiamente dato un poderoso sussulto a tutti i settori in esso incorporati. Non sono tanto le percezioni visive che lo attestano, ma soprattutto i numeri. Prendendo in considerazione i corsi di formazione di ogni tipologia inerente al mondo delle vasche, è indubbio che da tre anni a questa parte se ne siano organizzati tanti, anche di valenza nazionale. Non ultimo quello previsto ad Alghero l’8 e il 9 febbraio (a oggi 44 iscritte/i) e che riguarda lo sviluppo delle competenze necessarie per accogliere, informare e consigliare il fruitore dei servizi per vivere la migliore esperienza all’interno del centro natatorio. E tra l’altro la peculiarità della due giorni è che non è riservata esclusivamente a chi si occupa prevalentemente di nuoto, ma può rappresentare una opportunità lavorativa anche da chi proviene da alte realtà sportive. Gli interessati possono prendere visione dei dettagli del “Corso Receptionist” consultando il sito www.nuotosardegna.it  nella sezione dedicata alla formazione. Tutte le iniziative simili sono promosse anche attraverso i canali social curati dalla FIN Sardegna.

Un’organizzazione imponente è stata mobilitata per la formazione degli allievi istruttori, istruttori di base e istruttori specialistici. Coordinata dal più grande nuotatore sardo di tutti i tempi, Corrado Sorrentino (vedere intervista in basso), è sempre attiva ed opera costantemente per generare sempre più interesse attorno alla disciplina. Qualche giorno fa a Cagliari (all’Esperia in via Pessagno) è partito un corso per allievi istruttori e a breve (dal 15 febbraio al 15 marzo) ce ne sarà identico uno nel Capo di Sopra presso le piscine sassaresi di Lu Fangazzu. Dal 2017 ai giorni nostri si enumerano 19 corsi organizzati dalla FIN, cioè una densità mai vista prima, segno che comunque il feeling tra più figure che partecipano all’allestimento conta parecchio e genera un reiterato entusiasmo. Dalla segreteria FIN Sardegna fanno sapere che entro il 2020 saranno oltre 30.

Lo scopo ovviamente è far sì che gli aspiranti allenatori traggano dai corsi le giuste competenze per creare tanto entusiasmo tra i bambini, senza sottovalutare la componente adulta che rappresenta un traino notevole per tenere alta la passione a base di cloro. “Non è un caso che la Federazione Centrale abbia un Settore Istruzione Tecnica tra i migliori in Italia – sottolinea il presidente regionale FIN Danilo Russu – e solitamente, infatti, i risultati agonistici rappresentano il termometro dell’efficienza formativa. La Federnuoto sta dimostrando a suon di medaglie la qualità dei suoi allenatori, formati attraverso i propri corsi. Il SIT (Settore Istruzione Tecnica) regionale non ha fatto altro che seguire la strada tracciata dal Professor Roberto Del Bianco (Consigliere Responsabile Settore Nuoto Squadre Nazionali Federazione Italiana Nuoto; Responsabile Area Formazione Federazione Italiana Nuoto), puntando ad una formazione di qualità e su tutti i settori. Corrado Sorrentino, grazie al suo vissuto di atleta e docente, sta mettendo in pratica un percorso formativo che ha centrato l’esigenza della Sardegna”.

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More