Home Basket Dinamo, Pozzecco: “Siamo carichi. Non vediamo l’ora di scendere sul parquet”

Dinamo, Pozzecco: “Siamo carichi. Non vediamo l’ora di scendere sul parquet”

by Redazione

Il tecnico presenta il match di Champions con il San Pablo Burgos valido per l’andata degli ottavi, ringrazia Jerrells e saluta il rientrante Smith

Nella Club House societaria, coach Gianmarco Pozzecco ha incontrato i giornalisti di televisione, carta stampata e agenzie in vista della sfida di domani contro Burgos. Al PalaSerradimigni Devecchi e compagni affronteranno la compagine spagnola nella partita di andata del Round of 16 di Basketball Champions League.   “Sono dispiaciuto per Curtis, è una decisione e una mia responsabilità che deriva da un’esigenza tecnica. Curtis fin dall’inizio dell’anno ha cercato in modo tangibile di sforzarsi ed entrare nei meccanismi di questa squadra sia sotto l’aspetto tecnico sia quello comportamentale. Rispetto all’inizio dell’anno ha fatto passi da gigante, non è facile arrivando da una realtà come quella di Milano adattarsi ma credo sia abbastanza normale. CJ è stato bravo a focalizzarsi su questo miglioramento fin dai primi giorni, è stato bravo ma mi sono accorto che, in prospettiva continuità, era importante un cambio. Quando si è presentata la situazione di Jaime con i problemi di Bandirma ho visto l’opportunità di andare sul mercato, ringrazio la società perché mi ha accontentato, come ho detto all’inizio mi prendo le responsabilità anche perché penso che sia un cambiamento atto al miglioramento. In questo momento vivo delle sensazioni contrastanti perché da un lato sono dispiaciuto per Curtis ma dall’altra sono felice di riabbracciare Jaime, come ha detto lui lo scorso anno abbiamo vissuto un rapporto splendido ed è evidente che avesse delle responsabilità su tutto quello che di positivo abbiamo vissuto”.

Il cambio di regia comporta un cambiamento sostanziale… “In realtà già quando abbiamo perso McLean abbiamo capito di dover cambiare qualcosa perché ci siamo accorti che stavamo giocando due pallacanestro diverse: pensavamo che Jerrells potesse aiutarci a giochi rotti ma in realtà non ha colpe, lui è quel tipo di giocatore, noi avevamo bisogno di un giocatore con caratteristiche più simili a noi restando fedeli alla nostra pallacanestro”. Domani si torna a giocare dopo il lungo stop, vi può condizionare? “Non è facile tornare in campo dopo una lunga sosta ma siamo estremamente fortunati perché abbiamo una passione che è la pallacanestro e abbiamo la fortuna di poter regalare emozioni, quindi siamo contenti di tornare in campo più che preoccuparci di riprendere dopo tanto. I tifosi saranno felici di rivedere i loro beniamini in campo e siamo contenti di riprendere a giocare”. Che avversario è Burgos? “Nel ranking che Basketball Champions League ha pubblicato ieri siamo settimi e Burgos è decima: siamo lì, è una squadra spagnola che gioca bene, una squadra organizzata e con talento che sta giocando un ottimo basket sebbene sia una neopromossa. Vive grande entusiasmo, un po’ come la Dinamo, sta regalando soddisfazioni al suo pubblico e sta per entrare nei playoff in un campionato come la Liga ACB che è di altissimo livello. Una delle chiavi secondo me sarà il controllo dei rimbalzi in difesa, loro uniscono ad alte percentuali da fuori ottimi numeri alla voce rimbalzi offensivi. Domani mi piacerebbe vedere una squadra che gioca con grande entusiasmo più che con senso di responsabilità, con la voglia di divertirsi”.

LE PAROLE DI SMITH
“Sono veramente felice di essere tornato qui in Sardegna, non è facile lasciare una squadra a metà
stagione ma torno in un posto dove mi sento a casa e dove so di potermi esprimere al meglio.
Mi metto a disposizione per dare il mio contributo alla squadra sin da subito, un gruppo che ha
grande talento e ha fatto molto bene fin quì. L’intesa con coach Pozzecco è sempre stata ottima,
arrivando in corsa il mio ruolo potrà essere diverso rispetto all’anno scorso ma non penso sia un
problema, sono pronto ad adattarmi a ciò che serve. Insieme possiamo provare a ripetere la
straordinaria cavalcata dello scorso anno in cui siamo arrivati a una sola partita da vincere il titolo”.

 

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More