Home Calcio Carbonia e Castiadas provano ad allungare il passo

Carbonia e Castiadas provano ad allungare il passo

by Redazione

La Ferrini si impone per 4-2 nel derby esterno contro il La Palma Monte Urpinu e torna al quinto posto

Carbonia e Castiadas portano a casa i tre punti come da pronostico e provano ad allungare il passo in classifica, l’Ossese vede interrotta la serie positiva per mano della Nuorese che invece si rilancia in zona play-off, la Ferrini vince sul campo del La Palma Monte Urpinu e si riappropria della quinta posizione , approfittando dello scivolone dell’Atletico Uri a Monastir. Questo in sintesi il succo di quanto successo ieri nel campionato di Eccellenza regionale. Partiamo dai minerari che contro il Guspini avversario non semplice visto che naviga in zona play-out e perciò bisognoso di punti, interpreta bene la gara imprimendo ritmi elevati sin dalle prime battute,  anche se per segnare deve aspettare la parte finale del primo tempo quando buca per due volte la porta avversaria. Nel secondo tempo neutralizzate le repliche degli ospiti, dà una nuova e definitiva accelerata, realizzando altre due reti. Insomma un’altra prova di forza per l’undici di Andrea Marongiu, che a questo punto deve temere soprattutto se stesso più che gli avversari nella corsa alla promozione diretta in serie D. Meno semplice il successo del Castiadas al cospetto del Li Punti, che ha provato ad infastidire sino all’ultimo una squadra sulla carta più forte come quella sarrabese. I padroni di casa però alla lunga hanno fatto valere la maggiore superiorità tecnica, riuscendo a trovare la rete vincente grazie al nuovo arrivato, l’argentino Correa. In classifica minerari e sarrabesi hanno ora cinque e sei punti di vantaggio rispetto ad Ossese e Nuorese, un buon margine, anche se mancano ancora dieci partite alla fine e niente si può dare per definitivo. Dicevamo dell’Ossese, che davanti al proprio pubblico ha visto interrompersi una lunga serie positiva che durava addirittura dal 10 novembre scorso (undici risultati utili consecutivi) e che gli ha consentito di installarsi stabilmente nei piani altissimi della graduatoria.

L’undici di Giuseppe Cantara ha trovato sulla sua strada un avversario deciso a riprendersi quanto aveva perso all’andata, quando era stato sconfitto  in casa per 3-0, toccando probabilmente il punto più basso della sua stagione. Ieri i barbaricini sono scesi in campo col piglio e la determinazione giusta, ribattendo prima colpo su colpo ai tentativi avversari, poi trovando la strada per portarsi a casa i tre punti, che li fanno arrivare a sei lunghezze dalla prima posizione. Per l’Ossese non cambia nulla questo risultato negativo, e mantiene pressoché intatte le possibilità di lottare sino alla fine almeno per i play-off. La Ferrini si impone per 4-2 nel derby esterno contro il La Palma Monte Urpinu e torna al quinto posto. L’undici di Sebastiano Pinna ha avuto il controllo della gara sin dalle prime battute e non ha mai corso particolari rischi, dimostrando di essere tornato in ottima salute dopo la parentesi negativa attraversata tra l’8 dicembre e il 19 gennaio (due punti in sei partite). Male invece l’altra formazione del capoluogo, che con quella di ieri ha collezionato la terza battuta d’arresto di fila e continua ad occupare l’ultima posizione. Bel risultato da parte del Monastir Kosmoto che a sorpresa ma con pieno merito mette ko il lanciatissimo Atletico Uri, che era reduce da sei vittorie consecutive, in cui aveva messo a segno ben 28 reti. I campidanesi invece hanno saputo ben interpretare la gara sin dall’inizio, non dando mai agli avversari la possibilità di trovare le cadenze giuste, e affondando i colpi per tre volte, due nel primo tempo, una nel secondo. Tre punti che tra l’altro consentono alla squadra di Manunza di portarsi addirittura a centro classifica, in compagnia del Bosa. Quest’ultima squadra ha subito una netta sconfitta per 5-2 ad Olbia contro il Porto Rotondo. I bosani hanno dovuto fare i conti con la maggiore voglia di vincere dei galluresi e poco hanno potuto per arginare lo strapotere degli avversari. Grazie a questa vittoria gli olbiesi agganciano il Ghilarza al quart’ultimo posto e si portano a tre sole lunghezze dalla salvezza diretta. Terminano in parità 1-1 e 0-0 le sfide Arbus- Taloro e Ghilarza- San Marco, risultati molto importanti soprattutto per i gavoesi e la matricola campidanese, impegnate nella lotta per arrivare alla permanenza nella categoria.

STEFANO SERRA

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More