Home Altri Sport Cagliari SWR: la pandemia non ferma il Charity Goal

Cagliari SWR: la pandemia non ferma il Charity Goal

by Redazione

Con 10mila euro premiati tutti i 5 progetti presentati dalle realtà femminili del territorio, nel 2021 si punta a ripartire

La pandemia ha fermato la sesta edizione della Cagliari SoloWomenRun a un passo dal via che era previsto lo scorso 8 marzo, ma non ha arrestato il Charity Goal che è alla base del progetto solidale ideato nel 2013 da Isa Amadi.
Prova ne sia, nonostante lo stop forzato dettato dall’emergenza sanitaria l’organizzazione ha voluto premiare tutti i progetti presentati dalle associazioni femminili iscritte alla corsa rosa che, virtualmente, dallo scorso anno è la più numerosa d’Italia.
Il 31 dicembre sono così stati erogati contributi per complessivi 10mila euro alle associazioni Sardegna Medicina-Abbracciamo un Sogno e Fondazione Taccia-Karalis Pink Team (appaiate al primo posto), Il Giardino di Lu e Le Belle Donne (secondo posto) e, infine, Idea onlus (terzo posto).
“Nei momenti difficili – commenta la pediatra Isa Amadi, presidente di 42K nonché ideatrice e organizzatrice dell’evento – è necessario che tutti facciano qualcosa in più per il bene della comunità. Le associazioni femminili che da anni sono protagoniste alla SoloWomenRun di Cagliari fanno parte di quel imprescindibile cuore pulsante del territorio, del capoluogo sardo come di tutta l’isola. Stanno operando anche in questo periodo tra infinite difficoltà e meritano di essere sostenute fino in fondo.
Ecco perché, pur dovendo fare i conti con una situazione complicata che speriamo possa sbloccarsi nel 2021 ma, molto più probabilmente, ci farà ritrovare nel 2022, abbiamo deciso di fare la nostra parte per quanto ci è possibile, così come, attraverso 42K, avevamo fatto mesi fa aderendo alla raccolta fondi del Comune.
“Da qui anche la scelta di gratificare tutti i cinque progetti pervenuti, auspicando di ripartire quanto prima per festeggiare tutte insieme sulle strade di Cagliari. Un ultimo pensiero – conclude Amadi – lo dedichiamo agli sponsor (Saponi e Profumi, IperPan, F.lli Cellino, La Plaia, Saras, Ctm e Hotel Regina Margherita) e ai media che hanno parlato e scritto di una manifestazione unica nel suo genere, tutti fondamentali per garantire un futuro alla SoloWomenRun in Sardegna”.
Come ogni anno, la valutazione dei progetti solidali presentati dalle associazioni con un minimo di 250 pettorali acquisiti è stata affidata a un comitato ristretto di esperti e si è basata su criteri puntuali quali (1) numero di iscrizioni, (2) realizzabilità immediata con tempistiche certe, (3) impatto sulla comunità locale e (4) coinvolgimento diretto delle donne in funzione del loro benessere. Abbracciamo un Sogno (record assoluto con 5291 iscritte) si propone di realizzare gruppi di supporto per la gestione dello stress di operatori e pazienti oncologici; Mai più Sole contro il Tumore Ovarico e Karalis Pink Team (1129), invece, hanno come obiettivo una campagna di prevenzione rivolta a tutte le età, promuovendo stili di vita adeguati già nei giovani; Il Giardino di Lu (811) intende favorire svariate terapie complementari alla cura del tumore ovarico, in particolare attività di modellismo con ceramica, giardinaggio ed equitazione; opere di creatività anche per Le Belle Donne (278) che si rivolgono alla lavorazione della creta, impastata e idratata a mano, per una tripla azione terapeutica, culturale e condivisiva; infine, Idea onlus (964) con Bookshower prevede l’acquisto di materiale formativo digitale e cartaceo relativo alle tematiche di Auto Mutuo Aiuto.
Ora, il prossimo appuntamento con la Cagliari SoloWomenRun è ovviamente legato all’evolversi della pandemia e alla diffusione dei vaccini. “La nostra ferrea volontà – assicura Amadi – è continuare a proporre questo evento a Cagliari, divenuta ormai capitale italiana della donna sportiva solidale, ma è presto per dettare tempi e modalità che saranno attentamente valutate nei prossimi mesi”.
Fonte: Ufficio stampa SoloWomenRun

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More