Home Altri Sport Brixen non lascia scampo all’HAC Nuoro

Brixen non lascia scampo all’HAC Nuoro

by Redazione

Inizia con una sconfitta il cammino dell’HAC Nuoro nella Serie A Beretta 2020/2021. In Trentino-Alto Adige barbaricine non sono riuscite a contenere la forza d’urto del Brixen di coach Noessing e al 60’ hanno ceduto con il punteggio finale di 33-18.

SSV Brixen-HAC Nuoro 33-18 (p.t. 19-7)

Brixen: Abfalterer 3, Babbo 7, Di Carlantonio 1, Durnwalder, Eder 3, Ghilardi 9, Hilber 5, Maurberger 1, Nothdurfter 3, Pernthaler, Poce, Prast 1, Pruenster, Schatzer. Allenatore: Noessing

Nuoro: Basolu 1, Cester 1, Firinu L., Firinu B., Kalla 1, Madau 1, Ntarianni 5, Podda, Radovic 5, Satta 3, Sitzia, Vinci 1. Allenatore: Deiana

Arbitri: Carrino e Pellegrino

LA GARA – Forte di un roster attrezzato per competere ai massii livelli, il Brixen innesta subito le marce alte facendo leva sulle qualità di Pruenster, Babbo e Hilber, principali protagoniste di tutta contesa. Sotto di tre reti dopo dieci minuti, l’HAC prova a restare il più possibile in linea di galleggiamento affidandosi principalmente alla grinta di capitan Basolu, ma a lungo andare la forbice si fa sempre più ampia, e al 30’ le padrone di casa sono sul +12 (19-7).

Nella seconda frazione la gara segue un canovaccio simile: il Brixen fa valere la propria fisicità capitalizzando le situazioni di uno contro uno, e tiene a distanza un’HAC che, dal canto proprio, fa tutto il possibile per tornare a contatto. Le 11 reti realizzate nella ripresa, però, non bastano, e alla fine Pruenster e compagne possono festeggiare il primo successo in campionato.

Nessun dramma, ad ogni modo, per l’HAC: i 60 minuti giocati in casa di una delle principali pretendenti allo Scudetto sono comunque stati utili per aggiungere minuti sulle gambe delle nuove arrivate, ancora alla ricerca della miglior condizione. Le sfide importanti ai fini della salvezza non tarderanno ad arrivare: già sabato prossimo, infatti, alla Polivalente è attesa Oderzo.

IL COMMENTO – “La prestazione è stata deludente – afferma coach Roberto Deiana – posso accettare la sconfitta, specie contro una squadra forte come Brixen, ma non una prova così sotto tono. Il primo tempo, in particolare, è stato molto negativo. Voglio sperare che le motivazioni siano da ricercare nel lunghissimo viaggio che abbiamo dovuto affrontare. Sappiamo di essere in ritardo di condizione, ma questo non deve diventare un facile alibi. Mi aspetto risposte ben diverse, specialmente dalle giocatrici esperte che abbiamo voluto qui a Nuoro per fare la differenza. Sabato prossimo contro Oderzo voglio vedere un altro atteggiamento”.

Fonte: Ufficio stampa HAC Nuoro

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More