Home Altri Sport Azzurra balza al comando della 52 Super Series di cape Town

Azzurra balza al comando della 52 Super Series di cape Town

by Ignazio Caddeo

La barca portacolori dello Yacht Club Costa Smeralda guarda dall’alto le avversarie nella classifica generale provvisoria dopo due giorni di regata

Con due ottimi secondi posti in entrambe le prove disputate oggi nella Table Bay, Azzurra si è portata al vertice della classifica generale provvisoria della 52 Super Series. Con un vento da ovest che variava da 14 nodi iniziali fino ai 20 della seconda prova, il Comitato di Regata ha saggiamente deciso di posizionare il campo più a nord rispetto a ieri, meno sotto costa alla città, in modo da offrire più opportunità tattiche alla flotta. L’ombra, come si dice in gergo, della famosa Table Mountain ha reso il campo molto imprevedibile e di difficile lettura, pur mantenendo in genere favorito il lato sinistro. Nella prima regata Azzurra dunque è partita sul pin, allungando sulla flotta nel lungo lato mure a dritta e potendo rientrare al momento giusto in seconda posizione dietro a Phoenix 11, che fino a quel momento era apparso come il mattatore dell’evento di casa. Le posizioni di testa si sono mantenute invariate fino all’arrivo con Provezza al terzo posto, da segnalare una collisione tra Alegre e Sled, costata il ritiro a entrambi e due punti di penalità per Alegre.

La seconda prova si è svolta con vento sempre oscillante da ovest attorno ai 19 nodi in testa d’albero, ma circa 16 sulla superficie del mare. Il Comitato ha riposizionato il campo ancora più a nord e Azzurra ha scelto una tattica differente: è partita più centrale ma verso destra, lato barca comitato, tenendosi così aperte più opzioni. È così arrivata alla prima boa di bolina appaiata a Bronenosec e Provezza, ma ha girato terza per evitare qualunque rischio.
Al termine del successivo lato di poppa, Azzurra ha rollato Provezza manovrando magistralmente nell’ultima strambata prima del gate e mantenendo la posizione fino alla fine. Provezza, invece, si è ritrovata a chiudere la prova ottava dopo una accesa battaglia con Phoenix 11 per il settimo posto. La barca sudafricana ha così dovuto rinunciare al suo primato per cederlo ad Azzurra. Sfortunatamente Sled non ha potuto prendere parte alla seconda prova a causa dei danni subiti, ricevendo così un punteggio di riparazione pari a 5,5 punti.

“Sembra che le cose stiano andando nel verso giusto – afferma raggiante il tattico Michele Paoletti  – Abbiamo navigato bene, siamo molto veloci, facciamo delle buone partenze. Abbiamo fatto tutto quello che serviva per star lontano dai guai e rimanere tra i primissimi. Sarebbe bello riuscire a continuare così, queste regate sono come una maratona, bisogna esser costanti, non prendersi troppi rischi, speriamo di ricordarcelo sempre. Queste sono barche molto rapide, riuscire a navigare in aria pulita, liberi dai rifiuti degli avversari, fa la differenza. Guille ha fatto due ottime partenze e da una posizione forte siamo stati in grado di portare a casa un altro buon risultato”. Domani le regate riprendono alla medesima ora, le 11,30 in Italia, con previsioni di vento simili a quelle odierne.

Odzala Discovery Camps 52 SUPER SERIES V&A Waterfront – Cape Town
Classifica provvisoria dopo 4 prove

1. Azzurra (ARG/ITA) (Alberto/Pablo Roemmers) (4,2,2,2) 10 p.
2. Phoenix 11 (RSA) (Hasso Plattner) (1,3,1,7) 12 p.
3. Sled (USA) (Takashi Okura) (3,4,RDG6,RDG5.5) 18.5 p.
4. Bronenosec (RUS) (Vladimir Liubomirov) (2,10,7,1) 20 p.
5. Quantum Racing (USA) (Doug DeVos) (5,8,4,5) 22 p.
6. Provezza (TUR) (Ergin Imre) (6,6,3,8) 23 p.
7. Alegre (USA/GBR) (Andrés Soriano) (7,1,DNF11+2,4) 25 p.
8. Platoon (GER) (Harm Müller-Spreer) (9,7,8,3) 27 p.
9. Phoenix 12 (RSA) (Tina Plattner) (8,5,5,9) 27 p.
10. Paprec (FRA) (Jean-Luc Petithuguenin) (10,9,6,6) 31 p.

 

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More